una Scuola laboratorio

“Tra l’essere interiore e l’essere esteriore
C’è la stessa differenza infinita che tra il cielo e la terra”

Il Percorso che ha portato le Insegnanti di Via Bosio ad ideare e mettere in atto la sperimentazione di Educazione Ambientale è certamente particolare e generalizzabile, tuttavia alcuni tratti che caratterizzano tale percorso hanno valore anche al di là dell’esperienza specifica. Essa è una storia legata alla passione, all’investitura progettuale, all’impegno col quale un gruppo di Insegnanti donne ha voluto rendere concreta un’utopia.
Motivate non solo dal bisogno di migliorare le proprie capacità professionali, ma soprattutto dal desiderio di mettersi in gioco globalmente, cercando di ascoltare e mettere in risalto qualità e differenze individuali, hanno costituito un gruppo adulto di ricerca, inteso come luogo di competenza, di ascolto, di elaborazione e pratica, di un metodo che, quando funziona, permette ai singoli di “scoprirsi” e di “essere se stessi”, protetti da un contesto capace di dare fiducia.
Questa ricerca di un mondo di lavoro e di una dimensione di vita, ha alla base un’idea ecologica fondamentale: avere cura del contesto, dei tempi e degli spazi di attuazione di una proposta educativa. La presenza di punti di vista diversi è stata assunta in partenza come ricchezza, perché precedentemente c’è stato un lunghissimo periodo di condivisione della ricerca tra gli adulti.
Questo tessuto cooperativo ha permesso anche l’innesto fruttuoso con altre ricerche. Gli stimoli esterni, la collaborazione, la presenza di esperti sono fruttuosi quando non cercano di trasmettere meccanicamente un metodo né di omologare gli indirizzi didattici ad uno schema prestabilito, ma al contrario tentano di offrire stimoli ad una ricerca che già esiste ed ha una sua storia ed una sua autonomia.

la responsabilità verso il Futuro

Col procedere della sperimentazione, è andata maturando nel gruppo Docenti la consapevolezza della necessità che la scuola si assuma la responsabilità di contribuire alla soluzione della crisi globale planetaria, favorendo, attraverso l’Educazione Ambientale, una “conversione ecologica”…

verso una comunità educativa

Il progetto sperimentale ha lo scopo di operare cambiamenti di atteggiamento e comportamenti che investono la realtà quotidiana degli alunni sia a scuola che a casa. Pertanto è indispensabile coinvolgere le famiglie in tal processo di trasformazione culturale…

la Scuola come luogo di Vita e di Memoria

La Scuola è situata a Chieti Scalo, in zona Madonna delle Piane, Quartiere IACP, presso un edificio basso, moderno, luminoso con ampi spazi aperti e circondata da un piccolo giardino…

il rapporto con il territorio

Un punto fondamentale del Progetto Sperimentale è favorire la crescita di una cultura dell’ambiente attraverso l’interazione scuola territorio.
Il primo passo per il raggiungimento di tale finalità è stato rendere la scuola un coerente modello ambientale, punto di riferimento per quanti nel territorio volessero avviare analoghi processi formativi…

il tutoraggio

L’accoglienza, come esperienza educativa, riguarda bambini, genitori, insegnanti e visitatori. Essa tende a creare un clima relazionale di benessere ed a favorire l’espressione dell’individualità e la nascita di una vita di gruppo integrata per la costruzione di una comunità educante…

continua a leggere

il Campo-Scuola

Il progetto sperimentale prevede, per ogni classe, almeno due campi-scuola nel corso dei cinque anni. Quando il tessuto urbano nega fantasia e vivibilità la sfida sta nel ricercare spazi educativi inaspettati, nel rompere la monotonia della vita quotidiana e nel produrre lo spiazzamento indispensabile perché si cominci a sgretolare il muro che impedisce di ascoltare, di vedere, di entrare in rapporto con l’ambiente…

continua a leggere

il Comune-Scuola

Il Comune–Scuola è stato istituito nell’anno scolastico 1993-94 da un’Assemblea Costituente composta da tutti gli alunni della scuola con lo scopo di rappresentare la Comunità scolastica, di curarne gli interessi e di promuoverne lo sviluppo…

per maggiori informazioni

contattaci